Accesso utente

Navigazione

Brochure

Presentazione OncoPath
Presentazione Azienda
Vademecum
Elenco esami Biologia Molecolare

Certificazioni

Certquality
OncoPath è stata la prima struttura privata in Sicilia ad essere certificata secondo il sistema qualità UNI EN ISO 9001 – 2015

VEQ

EGFR 2013
Controllo di qualità Nazionale per la determinazione delle mutazioni EGFR nel carcinoma polmonare 2013
HPV 2014
DicoCARE VEQ
BRAF 2014
Controllo di qualità Nazionale per la determinazione delle mutazioni BRAF nel melanoma 2014
HER2 Survey 2014/2015
Survey interregionale sull'accuratezza e riproducibilità della determinazione immoistochimica di HER2
HPV 2015
Certificato di iscrizione

Procedura per l'invio dei campioni biologici per indagini molecolari

 

Nel manipolare i campioni utilizzare sempre contenitori sterili, guanti e pipette monouso. Ogni provetta deve essere siglata con il nome e cognome del paziente e deve essere accompagnata dal Modulo accettazione prestazioni diagnostiche (Mod. APD), compilati e firmati da parte del paziente, scaricabili dal DOWNLOAD del sito.

Il cliente, con l’inoltro della richiesta, dichiara sotto la propria responsabilità che il paziente ha preso visione e accettato le condizioni contenute nei predetti moduli e ha prestato il relativo consenso; prende, altresì, atto che la mancata sottoscrizione e il mancato ricevimento dei moduli, potrebbe non consentire a OncoPath srl di eseguire la prestazione richiesta.

OncoPath S.r.l. accetta solo i campioni biologici prelevati correttamente e a tale scopo viene allegata una tabella sinottica per informare delle modalità di prelievo, conservazione e trasporto dei campioni biologici.

Per esigenze diverse contattare il personale di laboratorio.

 

RICEZIONE DI ORDINI E RITIRO DEI CAMPIONI

Il ritiro dei campioni viene effettuato tramite prenotazione gestita dal personale di OncoPath. Le richieste per il ritiro dei campioni e la prenotazione dei ritiri vengono acquisite telefonicamente dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 10.00 al numero 0931-949667 oppure tramite e-mail a info@onco-path.it.

 

IMBALLAGGIO E PREPARAZIONE DELLA SPEDIZIONE

Secondo le normative di legge sul trasporto dei campioni biologici (circolare n. 16/1994) il campione da esaminare dovrà essere confezionato con triplo involucro e munito di Dichiarazione accompagnatoria (richiesta per legge).

 

Campione biologico

Prelievo e conservazione

Sangue periferico

Provetta K3 EDTA conservate in frigo fino a 48 ore

TA

Plasma EDTA

Provetta K3 EDTA conservate in frigo fino a 2gg. Se il plasma viene separato può essere conservato in frigo fino a 2 gg o in freezer fino alla spedizione

TA

Siero o Plasma per DNA/RNA virale

Provetta SENZA additivi conservate in freezer fino alla spedizione. Centrifugare il sangue e 6800 giri/min per 3 minuti e conservare separatamente.

-20°

Tampone buccale a secco

N°2 tamponi. Prelievo della parte interna della guancia mediante tampone a secco, conservato in frigo fino a 2gg

TA

Tampone vaginale (CITOBRUSH)

Prelievo del canale vaginale o cervicale mediante tampone a secco conservato in frigo fino a 2gg

TA

Urina

Raccogliere 5 – 30 ml di urina di primo getto in un contenitore in polipropilene pulito senza conservanti.

2°-8°

Sperma

Il prelievo del campione deve avvenire solo da due fino a quattro giorni dopo l’ultima eiaculazione. Deve essere prelevato nello stesso giorno nel quale viene spedito al laboratorio

2°-8°

Biopsie e tessuti

In formalina in frigo fino a 4 gg; se paraffinate inviare 5-8 da 4µm fettine conservate in tubino sterile + vetrino istologico E-E con la sezione neoplasica

TA

 

T°: Temperatura di Trasporto                  TA: Temperatura Ambiente

 

DICHIARAZIONE ACCOMPAGNATORIA

Il materiale biologico allegato viaggia ottemperando alle normative ADR (Accordo Europeo relativo al trasporto internazionale stradale di merci pericolose), applicato anche ai trasporti nazionali (Direttiva 94/55/CE). Il codice relativo ai Campioni Clinici o di Diagnostica è UN 3373. In particolare l’imballaggio viene preparato con un imballo primario (ermetico), secondario (ermetico e assorbente), terziario (resistente a urti e sbalzi termici).

Elenco Eventi

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 
 

Patologia Molecolare

AZF
Le microdelezioni del cromosoma Y costituiscono la seconda causa genetica di sterilita’ di coppia dovuta a infertilità maschile.
BK Polyomavirus
Il BK e’ un virus a DNA a lenta evoluzione, appartenente alla Famiglia dei Polyomaviridae.
BRAF
Analisi mutazionale gene BRAF
Celiachia
La Malattia Celiaca, definita anche enteropatia da glutine, è una malattia immunomediata scatenata dall’ingestione di glutine.
CFTR
La FIBROSI CISTICA (FC), detta anche mucoviscidosi, e’ una malattia genetica che colpisce 1 neonato su 2700 nati vivi;
Fattore II
Nel gene codificante per la protrombina è stata descritta una mutazione puntiforme che consiste in una sostituzione di una guanina con una adenina
Fattore V
Analisi mutazionale del gene che codifica per il Fattore V di Leiden.
GIST
GIST - Mutazioni e resistenze.
HCV RNA
HCV – RNA Quantitativo e Genotipizzazione virale
HFE
Analisi mutazionale del gene HFE - Emocromatosi ereditaria classica.
HLA B27
HLA B27 Diversi studi mostrano un’associazione tra la presenza dell’antigene HLA – B27 e l’insorgenza di una patologia autoimmune come la SPONDILITE ANCHILOSANTE.
JAK2
Analisi mutazionale JAK2.
KRAS - NRAS - BRAF
Analisi Mutazionale KRAS - NRAS - BRAF
BRAF- CKIT- NRAS
MELANOMA BRAF - CKIT - NRAS I Melanomi vengono distinti in differenti sottogruppi a seconda di alcune caratteristiche cliniche e istopatologiche.
PIK3CA
Analisi mutazionale del gene PIK3CA
RET
Analisi mutazionale Proto - oncogene RET.
EGFR
Analisi mutazionale gene EGFR.
HPV
Dal Pap - test all'HPV - DNA test.